Asbestos in the dock

the Eternit trial report, Torino (Italy)

Lettera di supporto alla AFEVA e citadini di Casale Monferrato delle vittime del´amianto di Brasile

 

            Decretada de Utilidade Pública Federal através da Portaria n.º 2.413 de 16 de dezembro de 2.005 do Ministério da Justiça, Secretaria Nacional de Justiça, Departamento de Justiça, Coordenação de Justiça, Títulos e Qualificação Divisão de Outorgas, Títulos e Qualificação.  

Decretada de Utilidade Pública Estadual através da Lei n.º 11.703 de 21 de maio de 2.004 da Assembléia Legislativa do Estado de São Paulo.  

                           Declarada de Utilidade Pública Municipal através da Lei n.º 3.726 de 05/12/2002 da Municipalidade de Osasco/SP                                                 

 

     Brasile, San Paolo, 7/1/2.012.

 

 

Ministro della Salute RENATO BALDUZZI

Presidente della Regione Piemonte ROBERTO COTA

Sindaco di Casale Monferrato GIORGIO DEMEZZI

c/c Presidente da AFEVA – Romana Blasotti Pavesi; Coordinatore Vertenza Amianto - Bruno Pesce; CGIL – Nicola Pondrano; LA STAMPA - Silvana Mossano; IL MONFERRATO - Massimiliano Francia

 

La ABREA – Associazione Brasiliana Esposti all’Amianto – rappresentante di oltre 2500 vittime e familiari delle vittime della fibra assassina del gruppo ETERNIT, esprime la sua solidarietà alla popolazione di Casale Monferrato, alla società civile organizzata, e la sua preoccupazione per le notizie che ci giungono riguardo ad um possibile accordo tra il comune di questa città e gli imputati del maxi processo in corso presso il Tribunale di Torino,  che vede i vertici del gruppo Eternit sotto accusa per “disastro ambientale doloso permanente ed omissione di misure di sicurezza sui luoghi di lavoro”

La nostra preoccupazione nasce dal fatto che ci sono in gioco gli importanti e noti aspetti umanitari ed il fatto che, qualora l’accordo tra Comune e imputati (i quali propongono tra l’altro una cifra irrisoria) si dovesse realizzare, esso produrrebbe un impatto negativo a livello internazionale tra tutti quelli che si battono per la proibizione dell’amianto e sicuramente avrebbe forti ripercussioni negative anche in Brasile.

La class action mossa dal Ministero Pubblico di San Paolo (simile all’azione portata avanti a Torino, grazie alla competenza del Procuratore della Repubblica Raffaele Guariniello) che chiede l’indennizzazione a favore delle 2500 vittime e dei loro familiari di questa tragedia ecosanitaria, per danni materiali e morali,  ed il diritto vitalizio alle cure per gli ammalati, si trascina dal 2004, tra numerosi ricorsi e sembra non trovare sbocchi

Certamente è necessario fare le dovute distinzioni: il nostro processo ha caratteristiche specifiche, determinate da un impianto giuridico arcaico che risale ai tempi della dittatura militare e che non è stato ancora totalmente modificato, beneficiando enormemente il potente gruppo ETERNIT S/A di fibrocemento, un’impresa ora nazionalizzata e che ha come subsidiaria la terza maggiore miniera di amianto del mondo – la SAMA S.A.

La Eternit in Brasile è stata controllata per oltre 40 anni dal gruppo elvetico-belga, e dalla famiglia Schmidheiny in particolare, che qui ha inviato il suo giovane erede, Stephan, perché apprendesse a gestire gli affari di famiglia e che nella sua autobiografia, nel tentativo di minimizzare le sue responsabilita in questa tragedia scrive:

La polemica sui potenziali effetti nocivi prodotti dalla polvere di amianto è stata uno shock per me sotto molti aspetti. Io stesso sono stato esposto alle fibre di questo materiale durante il mio stage in Brasile. Caricavo sacchi di amianto e gettavo le fibre nel miscelatore, aspirandole profondamente a causa dello sforzo fisico. Alla fine della giornata ero ricoperto di polvere bianca [1]

Come vedete, il nostro sguardo si rivolge verso Casale, in questo momento per la sentenza che il Tribunale emetterà il 13 febbraio prossimo, occasione nella quale saremo presenti con i nostri rappresentanti, perché con certezza quel che ci aspettiamo e nel quale speriamo avrà riflessi in tutto il mondo, e soprattutto nel nostro Paese – che accoglie una delle comunità italiane più numerose al mondo – perché sarà un precedente importantissimo per le lotte per la giustizia ambientale e sociale che vengono combattute non solo in Europa ma in tutto il pianeta.

Le sagge parole del Ministro della Salute, Renato Balduzzi, “Casale Monferrato mantenga l’unità morale di città capofila della lotta all’amianto”, in riferimento all’offerta dell’imputato Schmidheiny al Comune di Casale, durante l’incontro svoltosi domenica 1 gennaio presso la Prefettura di Alessandria, è una rassicurazione e una speranza per tutti noi che ci aspettiamo dalla nostra “cara Italia” un esempio di cittadinanza piena alla quale noi, che veniamo da una democrazia recente e non totalmente consolidata, tanto ambiamo.

La nostra speranza di GIUSTIZIA per le vittime dell’amianto è nelle vostre mani. Diamo il nostro pieno sostegno alle rivendicazioni presentate dall’AFEVA nella riunione con il Ministro della Salute il 1 gennaio scorso subito dopo l’incontro tra il Ministro, il Sindaco e alcuni amministratori del Comune di:

1. Mantenere unito il fronte fino alla sentenza e poi per la gestione delle fasi successive;

2. Dare il massimo sostegno al confronto in corso e da sviluppare, tra le istituzioni, in particolare con il ministro della salute, e le associazioni sugli obiettivi del pieno conseguimento della giustizia, della bonifica ambientale e del potenziamento della ricerca sanitaria, in ambito nazionale e internazionale, volta a sconfiggere il mesotelioma.

                       

                            Eliezer João de Souza

                            Presidente dell’ABREA

                          

 

                           Fernanda Giannasi

Coordinatrice della Rede Virtual-Cidadã per la proibizione dell’amianto per l’América Latina

Views: 102

Tags: ABREA, AMIANTO, BRASILE, CASALE, ETERNIT, MONFERRATO, SCHMIDHEINY, STEPHAN

Add a Comment

You need to be a member of Asbestos in the dock to add comments!

Join Asbestos in the dock

Translate this page in your language

________________________
A French résumé of our field report from the courtroom is weekly published on the Andeva website

Download the pdf version of the ANDEVA bulletin n°37 dedicated to the ETERNIT TRIAL of Turin, ENGLISH version or FRENCH version

Members

download the book

Eternit and the Great Asbestos Trial Direct Download (5.19MB) in pdf or individual sections in a web browser on IBAS webpage.

The film Dust, the great asbestos trial is a feature documentary on the trial and the state of the art of asbestos ban in the world. Read more about it or watch it in steraming online on RSI, switzerland tv (italian version only).

Videos

  • Add Videos
  • View All

Badge

Loading…

© 2014   Created by Asbestos Victims Families Casale.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service